Bando di partecipazione

Terza Edizione - 2022

Selezione triennale di progetti e iniziative per la salvaguardia, la gestione e la valorizzazione del paesaggio nell'area alpina

Art.1 Finalità

L'Osservatorio del Paesaggio della Provincia autonoma di Trento, in conformità ai dettati della Convenzione Europea del Paesaggio e alle linee guida del Piano Urbanistico Provinciale, promuove lo sviluppo di iniziative volte alla valorizzazione, alla tutela e alla coerente trasformazione del paesaggio. A tale fine è istituito un Premio del paesaggio alpino.

Il Premio Giulio Andreolli - Fare Paesaggio si fonda su una selezione triennale di opere, progetti e iniziative realizzati nel territorio definito dalla Convenzione delle Alpi, che sappiano esprimere obiettivi di elevata qualità paesaggistica e sostenibilità ambientale, quali strumenti di programmazione, iniziative gestionali, interventi natura paesaggistica e di architettura del paesaggio e azioni culturali.

La selezione aperta al contesto alpino Europeo è finalizzata a valorizzare esperienze che, con riferimento a problematiche paesaggistiche di interesse per la realtà trentina, si siano distinte per i caratteri innovativi e l'efficacia durevole delle azioni proposte, per la qualità tecnico scientifica ed estetica e per il propositivo ruolo degli enti promotori e della committenza.

Art.2 Ambiti tematici

La selezione triennale si articola in tre distinti ambiti tematici:

Ambito tematico A

Programmazione, pianificazione e iniziative gestionali

In questa sezione ricadono gli strumenti programmatori, i piani territoriali e di settore, quelli di sviluppo e rigenerazione rurale e le iniziative a carattere gestionale, pubblici e privati rilevanti sotto il profilo paesaggistico.

Ambito tematico B

Segni nel paesaggio

In questa sezione ricadono gli interventi volti a modificare i caratteri fisici del territorio attraverso azioni di riqualificazione paesaggistica, progetti di recupero o nuove realizzazioni di infrastrutture, edifici e manufatti che esprimano consapevolmente obiettivi di elevata qualità paesaggistica entro una visione contemporanea del rapporto con il contesto fisico e culturale in cui si collocano.

Ambito tematico C

Cultura, educazione e partecipazione

In questa sezione ricadono le azioni finalizzate a promuovere la cultura del paesaggio attraverso iniziative di sensibilizzazione e comunicazione, di partecipazione pubblica, di formazione e di educazione, di ricerca e documentazione.

Art.3 Giuria e aspetti organizzativi

Il Presidente dell'Osservatorio del paesaggio nomina un Comitato Organizzatore con compiti di indirizzo, promozione e supporto alla diffusione e disseminazione degli esiti.

Il Presidente dell'Osservatorio del paesaggio nomina la Giuria incaricata della selezione.

La Giuria è composta da:

  • un esperto in materia paesaggistica con funzioni di Presidente;
  • tre esperti con riconosciute competenze per ciascun ambito tematico.

La Giuria si esprime a maggioranza. In caso di parità prevale il voto del Presidente. Il Dirigente dell'Unità di missione in Urbanistica della Provincia autonoma di Trento partecipa ai lavori della Giuria senza diritto di voto.

Per l'organizzazione del Premio l'Osservatorio si avvale del supporto della tsm|step Scuola per il Governo del Territorio e del Paesaggio di Trentino School of Management.

Art.4 Criteri di ammissione alla selezione

Le realizzazioni ammesse alla selezione devono attenersi ai temi di cui all'art. 2 e possedere, alla data del 28 febbraio 2022, i seguenti requisiti:

Ambito tematico A

Programmazione, pianificazione e iniziative gestionali

  • gli strumenti programmatori, i piani territoriali e di settore, quelli di sviluppo e rigenerazione rurale devono essere adottati dagli organi o dai soggetti promotori;
  • le iniziative gestionali devono essere avviate.

Ambito tematico B

Segni nel paesaggio

  • l'iter di realizzazione delle opere deve essere concluso (per interventi complessi il requisito deve essere posseduto da almeno una parte significativa ai fini del Bando, autonomamente fruibile e interagente con il contesto).

Ambito tematico C

Cultura, educazione e partecipazione

  • le iniziative devono essere concluse o operative ed essere documentate anche negli esiti riscontrabili nei fruitori.

Art.5 Riconoscimenti e criteri di attribuzione

Il Premio Giulio Andreolli - Fare Paesaggio consiste nel conferimento da parte dell'Osservatorio del paesaggio di un attestato a riconoscimento formale dell'elevata qualità paesaggistica delle proposte in riferimento agli ambiti tematici di cui all'art.2. Per ogni ambito tematico la Giuria individua una realizzazione vincitrice e segnala le realizzazioni ritenute di rilevanza paesaggistica. Tra esse, la Giura può, inoltre, attribuire menzioni speciali a quelle ritenute di spiccato valore

Con riferimento a questa terza edizione del Premio è inoltre prevista l'attribuzione della “Menzione Speciale Energia e Paesaggio” riservata alle candidature a qualsiasi ambito tematico, che abbiano affrontato con efficacia il tema del delicato rapporto tra il paesaggio alpino e le produzioni energetiche da fonti rinnovabili. La “Menzione Speciale Energia e Paesaggio” è attribuita trasversalmente per le tre sezioni in cui è articolato il Premio, non richiede ulteriori oneri per la candidatura e non esclude l'attribuzione degli altri riconoscimenti previsti dal Bando.

L'Osservatorio del paesaggio si impegna a promuovere un'ampia diffusione degli esiti della selezione nelle forme ritenute più efficaci (mostre, pubblicazioni, seminari, organi di informazione di settore, social…) avvalendosi anche dei Promotori di cui all'art.9. A tale fine, successivamente alla conclusione della selezione, l'Osservatorio può richiedere ai partecipanti materiale descrittivo integrativo con riferimento a quanto indicato all'art.8.

La selezione delle proposte tiene conto principalmente dei seguenti aspetti:

  • Innovazione e sostenibilità in termini di:
    • integrazione armoniosa degli interventi e delle iniziative nel territorio di appartenenza;
    • sperimentazione innovativa della sostenibilità e del contributo allo sviluppo locale di qualità paesaggistiche e ambientali presenti nel contesto;
    • contributo innovativo a valorizzare il paesaggio o a recuperarne situazioni di degrado.
  • Valore esemplare in termini di:
    • buona pratica replicabile o modello progettuale i cui caratteri siano applicabili al territorio trentino.
  • Partecipazione e sensibilizzazione in termini di:
    • partecipazione attiva, sin dalle fasi iniziali, dei diversi soggetti sociali abitanti e non, interessati all'intervento e/o all'iniziativa, integrati con quelli istituzionali;
    • sensibilizzazione organizzata e integrata con l'iniziativa o l'intervento, che accresca la considerazione del valore del paesaggio nella società contemporanea.

Art.6 Pubblicità

Al fine di promuovere un'ampia partecipazione, la pubblicizzazione del Bando del Premio Giulio Andreolli - Fare Paesaggio sarà effettuata ricorrendo:

  • a internet, ai social e alla stampa locale e professionale;
  • a comunicazioni alle Amministrazione locali;
  • al contributo dei componenti dell'Osservatorio del Paesaggio e dei Promotori di cui all'art.9.

Art.7 Termini per la presentazione

Il termine ultimo per la presentazione delle candidature è fissato entro il giorno 30 settembre 2022 fatte salve eventuali proroghe stabilite dal Comitato Organizzatore.

Le candidature devono pervenire secondo la procedura indicata nel sito.

Art.8 Documentazione

I partecipanti devono produrre i seguenti elaborati:

1. Relazione di sintesi che attesti la rispondenza delle realizzazioni proposte rispetto agli aspetti di cui all'art.5 (Innovazione e sostenibilità, Valore esemplare, Partecipazione e sensibilizzazione)

  • 3000 battute (max)
  • redatta in italiano o in inglese
  • unita ad immagine significativa

Alla relazione di sintesi si può accompagnare facoltativamente un video di durata max di 5 minuti (max 15 MB, o preferibilmente il link della pubblicazione online).

2. Documentazione descrittiva delle iniziative o degli interventi, che deve essere contenuta entro i seguenti limiti:

Ambito tematico A

Programmazione, pianificazione e iniziative gestionali

  • relazione descrittiva (max 9.000 battute); ­
  • tavole con documentazione grafica, cartografica o fotografica (max 6).

Ambito tematico B

Segni nel paesaggio

  • relazione descrittiva (max 6.000 battute); ­
  • tavole con documentazione grafica, cartografica o fotografica (max 9).

Ambito tematico C

Cultura, educazoine e partecipazione

  • relazione descrittiva (max. 12.000 battute);
  • tavole con documentazione grafica, cartografica o fotografica (max. 3)

Le relazioni descrittive devono essere redatte in italiano o inglese.

Le tavole devono essere allegate in formato .jpg o .pdf, con risoluzione tale da consentire una stampa in A3 ben leggibile ma di dimensione max di 3 MB e numerate.

Gli elaborati dovranno essere compilati e inviati seguendo le indicazioni e i format presenti sul sito del Premio www.premiofarepaesaggio.it.

I partecipanti si impegnano, in caso di proposta selezionata o menzionata dalla Giuria, a completare la propria documentazione in formati e versioni in lingua, adatti alle iniziative di pubblicazione e diffusione del Premio.

Art.9 Candidature e Promotori

La partecipazione alla selezione avviene sulla base di autocandidature. I soggetti titolati alla presentazione della domanda di partecipazione sono i seguenti:

Ambito tematico A

Programmazione, pianificazione e iniziative gestionali

  • legali rappresentanti degli enti o delle strutture responsabili dei processi di programmazione e pianificazione;
  • titolari delle iniziative gestionali.

Ambito tematico B

Segni nel paesaggio

  • progettisti
  • committenti.

Ambito tematico C

Cultura, educazione e partecipazione

  • legali rappresentanti degli enti, strutture, istituti, associazioni titolari delle iniziative.

Lo stesso soggetto può partecipare alla selezione anche con più realizzazioni.

Allo scopo di promuovere e diffondere l'iniziativa, l'Osservatorio del Paesaggio si avvale di Promotori che svolgono un'azione di informazione, di sollecitazione delle candidature e di supporto alla pubblicizzazione degli esiti della selezione.

Sono Promotori:

  • i soggetti rappresentati nel Forum dell'Osservatorio del paesaggio;
  • le Comunità di Valle e i Comuni trentini;
  • altri soggetti individuati pubblici e privati interessati a promuove la cultura del paesaggio nell'arco alpino.

Art.10 Obbligo dei candidati

Le decisioni della Giuria sono da ritenersi insindacabili e la partecipazione alla selezione implica automaticamente l'accettazione del presente bando.

Art.11 Liberatoria di utilizzo

I partecipanti autorizzano gli organizzatori del Premio Giulio Andreolli – Fare Paesaggio a pubblicare i documenti presentati ai fini della partecipazione al suddetto Premio e/o a promuovere presso il pubblico la conoscenza delle iniziative presentate nelle forme e nei modi ritenuti più efficaci.

Art.12 Riservatezza dei dati

I dati inseriti nei campi del form di partecipazione saranno visibili a, e verranno esaminati solo da:

  • la Segreteria Tecnica del Premio;
  • l'amministratore di sistema e la Giuria;
  • tutte quelle persone che, per ragioni legate alla gestione della selezione, potranno averne accesso.

I soggetti sopra menzionati si impegnano a mantenere e tutelare la riservatezza dei materiali e le informazioni sottoposte alla loro valutazione, e a non utilizzare le informazioni relative ai materiali pervenuti, se non per le finalità strettamente relative al Premio.